Proponi un Luogo!

Inserite proposte di luoghi adatti alla realizzazione di un villaggio camper con i riferimenti geografici o mappali, indicate anche il referente o il proprietario cui poter contattare per conversare sull’argomento.

Avatar di Luciano

About Luciano

Camperista da sempre, oggi promuovo il progetto Villaggio Camper: stabile residenza per camperisti, soddisfare il bisogno di un cambiamento di vita, rincorrere l’avventura e generare risorse e impresa…
This entry was posted in Proponi un Luogo!. Bookmark the permalink.

62 Responses to Proponi un Luogo!

  1. Avatar di Domenico says:

    Sono possessore di un terreno in Toscana di ca 6000mq in Foiano Della Chiana (AR).Il posto e’ carino ed e’ famoso per il suo Carnevale,potete prenderlo in considerazione.Pero dovreste dirmi quali sono le caratteristiche necessarie per la realizzazione del villaggio,affinche’ verifichiamo se e’ idoneo.
    ciao Mimmo

    • Avatar di Luciano Luciano says:

      Ciao Mimmo, ti ringrazio per la tua partecipazione.
      Il tuo terreno verrà tenuto nella debita considerazione e al tempo, appena avremo superato le prime fasi potrà essere valutato.
      Per quanto riguarda la tipologia del terreno dovrà possedere una serie di caratteristiche molto semplici e una buona logistica, strada di accesso ampia data la dimensione dei veicoli , accessibilità alle utenze quali acqua, luce, sistema fognario e una disponibilità comunale al rilascio delle autorizzazioni per la destinazione d’uso; sui primi punti tu ben saprai, su l’ultimo potrai già prendere informazioni.
      A presto
      Ciao

  2. Avatar di elena elena says:

    Si deve anche tenere conto della lontananza del terreno dai centri abitati altrimenti si deve poi fornire anche un servizio navetta perche’ magari non tutti hanno anche la macchina o lo scooter…
    Poi, a che ente o ufficio secondo voi ci si deve rivolgere x chiedere il tipo di autorizzazioni necessarie?
    elena

  3. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao Elena, Benvenuta!
    Appena avremo formato l’Associazione affideremo ad essa questi compiti, ci sono già alcuni Membri che si sono proposti.
    Dobbiamo raggiungere un numero sufficiente, che concordi in una determinata zona.
    “Per quanto riguarda il terreno bisogna vedere come è classificato al Comune ossia la sua destinazione d’uso.
    La destinazione urbanistica dei terreni è regolata da un opportuno Piano di urbanizzazione redatto dall’Ufficio Tecnico Comunale e sottoposto alla’approvazione del Consiglio Comunale del Comune cui insiste il terreno”.
    Quindi va visto al Comune perchè il tipo di utilizzo potrebbe essere contrastante con la normativa urbanistica.
    Certo è che il consiglio potrebbe anche approvare un’autorizzazione in deroga.
    Non ti spaventare perchè la cosa in fondo è semplice, o si può oppure no.
    Comunque di aree possibili c’è ne sono, dipende solo da dove la si cerca.
    Seguici, a giorni pubblicherò una bozza del progetto, giusto per cominciare a fare due calcoletti e per aprire la mente sul tema della fattibilità.
    Alla prossima!

  4. Avatar di max max says:

    Mi piace l’idea, ma non ho un terreno non so come ci si possa muovere per poter essere di aiuto:
    per cercare un luogo adatto, a chi ci si rivolge?
    Agenzie, annunci, comune?

  5. Avatar di Elio Elio says:

    BUONGIORNO A TUTTI, VALUTANDO ANNUNCI DI TERRENI SU SUBITO.IT, DA POTER UTILIZZARE PER IL PROGETTO DI VILLAGGIO CAMPER, HO NOTATO QUESTA PROPOSTA : Giardino a 10 km da Lecce di 1500mq recintato con due prati allinglese affitto ad euro 90 comprensivo di manutenzione per il primo anno.
    Eventuale disponibilità di piccola piscina a parte. IL LINK DEL SEGUENTE ANNUNCIO E’ : http://www.subito.it/terreni-e-rustici/giardino-a-pochi-chilometri-da-lecce-lecce-42838959.htm IO CREDO SIA UNA BUONA PROPOSTA DA NON SOTTOVALUTARE. SALUTI A TUTTI

    • Avatar di luigi luigi says:

      ho dato un’occhiata e la proposta non è male, ho visto però poco terreno e non capisco se è in un contesto di villa o indipendente, provo a scrivere per informazione e poi vi faccio sapere.
      ciao

    • Avatar di luigi luigi says:

      ho chiesto informazioni, attendo risposta poi ve la giro.
      questo è il testo che gli ho inviato:
      vorrei se possibile qualche informazione in merito all’utilizzo del giardino descritto, e in particolare vorrei sapere se il giardino è indipendente o in un contesto di immobile, quanto è il terreno disponibile del giardino, se è possibile utilizzare il giardino per la locazione di alcuni camper ad utilizzo di permanenza e se il giardino è dotato di acqua, scarico e corrente.
      grazie

  6. Avatar di luigi luigi says:

    ho contattato un mio conoscente che ha dei terreni condivisi con dei parenti in un paesino in provincia di Avellino a 60 km dal gargano e mi ha detto che sentiva se c’è la possibilità di affittarli.
    Lui è di Milano ma settimana prossima deve scendere al suo paese e prova a sentire la disponibilità, poi mi fà sapere.
    Ciao

    • Avatar di Luciano Luciano says:

      Ok!
      Volevo sottolineare un’aspetto del luogo, visto che oramai vivo da un po nel Camper, IL CLIMA, l’inverno soprattutto nei luoghi rigidi, comporta un consumo di gas non indifferente, una bombola di gas 10 kg a volte solo pochi giorni, il centro sud o sud da questo punto di vista è sicuramente più ospitale.

      • Avatar di luigi luigi says:

        cercheremo di tenere in considerazione tutte queste cose nel valutare la scelta, per adesso sono solo ricerche

      • Avatar di luigi luigi says:

        Hai ragione, l’inverno è un osso duro da affrontare in camper, sopratutto se sei in una zona fredda, ma io penso che creare un villaggio camper non vuol dire mettere le radici e non muoversi più da lì, per cui come nello spirito viaggiatore di ogni camperista bisogna sempre cercare le condizioni più favorevoli per vivere al meglio ogni momento, quindi la soluzione in inverno è emigrare in paesi più caldi.
        Il progetto villaggio camper lo immagino come l’inizio di qualcosa di grandioso, se si espande anche in altri paesi si creerà una grande comunità e sarà possibile muoversi in diversi villaggi anche all’estero.
        Per quanto riguarda i consumi e i costi del gas in inverno, io li ho risolti affiancando alla stufa a gas un impianto di riscaldamento vero con un termosifone ad acqua riscaldato da un webasto che funziona a gasolio, così facendo quando son all’estero in inverno non ho più il problema di approvigionamento delle bombole.
        Comunque in materia sopravvivenza ho molto da dire, visto che in 30 anni ho sempre viaggiato autonomo e indipendente, senza appoggiarmi ad alcuna struttura.
        ciao

        • Avatar di Luciano Luciano says:

          Al riguardo della mobilità, ci mancherebbe altro, …e come ci fermi!!
          Ma è evidente che dipende da come vedi la cosa, non tutti potranno svernare il luoghi caldi, qualcuno potrebbe avere interessi tali da non poterlo fare o non farlo con una cera frequenza, bene tenere in considerazione tutte le diverse esigenze.

          • Avatar di luigi luigi says:

            Sono daccordo con te sul fatto che bisogna tenere in considerazione le esigenze di tutti, ma appunto per questo davanti a dei problemi si cerca di trovare delle soluzioni, è vero anche che poi le soluzioni vanno personalizzate e gestite in modo diverso, però non sapendo i vari problemi personali, cerco sempre nell’espormi di generalizzare.
            Io penso che chi si affaccia a questo progetto non può pretendere di trovare il villaggio sotto casa e usarlo come dormitorio per poi continuare a fare la stessa vita di prima e alzarsi alla mattina come sempre per andare a lavorare nello stesso posto di sempre.
            La scelta di questo progetto implica anche un cambiamento di vita, ognuno dovrà anche considerare il fattore economico per potersi gestire, e quì penso che ogni storia è diversa in tutti noi, ma penso che una cosa ci accomuna, ed è quella di uscire da un sistena nel quale non ci siamo mai riconosciuti per entrare in un sogno che pensavamo inrealizzabile tutto da vivere.

      • Avatar di Lisa Lisa says:

        Perfetto tuo intervento! Infatti, il clima dovrebbe offrire alle persone del nord/centro d’Italia o anche camperisti stranieri di passare l’inverno senza gelo e a basso consumo di gas/riscaldamento. Poi, la ospitalita’ della gente del sud e’ inparagonabile!

  7. Avatar di Luciano Luciano says:

    CAMPOLEONE (malcavallo) vicino Aprilia, terreno agricolo lanuvio 7300 mq con pozzo artesiano pompa e contatore elettrico solo da riattivare coltivato con vigna e 22 piante ulivi pi’ alberi da frutta. Ho contattato la proprietaria indicandole tutte le caratteristiche necessarie, si informerà.
    Prezzo allo stato molto buono, da vedere poi.

  8. Avatar di Domenico says:

    ciao a tutti voglio comunicarvi che nell’area di sosta ( gratuita ) del comune di Lucignano in provincia di Arezzo si potrebbe tenere l’incontro preliminare della costituzione dello statuto di Villaggio Camper.
    Vi va bene?ciao

  9. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao a tutti!
    I nostri amici Mirco e la moglie Daniela ci hanno fatto una segnalazione, spero intervengano direttamente loro per rispondere a tutte le eventuali domande, testualmente:
    Mirco Bomber Casetta
    Vi può interessare, 15 ettari di uliveto secolare con annessi fabbricati a circa quattro kmq da Nardò e cinque dallo splendido mare Ionio e precisamente San Isidoro? Noi saremo disposti a interloquire con il proprietario che vuole dare in gestione.

  10. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao a tutti,
    la nostra amica Chiara, ha lanciato un’idea, chissà che una ricerca in Emilia Romagna, oggi alla luce della situazione venuta a crearsi possa dare delle possibilità, il terremoto forse potrebbe aver aperto le menti di molti compreso quelle degli amministratori, un’ autorizzazione oggi forse potrebbe essere più facile e ….
    Dite la vostra

    Stiamo approfondendo anche sul territorio del Salento se ci saranno aperture da parte dei Comuni vi informerò sul tutto.
    Siate più partecipativi, grazie.
    Buona serata
    Luciano

  11. Avatar di Stefano Stefano says:

    Già, molto difficile accontentare tutti, caro Luigi è anche vero che qualcuno magari si avvicina a questo progetto magari per necessità. quindi vorrebbe continuare a fare la stessa vita lavorativa, anche perchè non credo siate già tutti in pensione. Nel mio caso , contribuire a creare un villaggio in provincia di Arezzo oppure Lecce o Avellino, non è molto comodo, anche se cambi abitazione la vita lavorativa continua perchè ogni giorno si deve mangiare, Nel mio caso la preferenza è presso il mio attuale luogo di residenza (provincia di Padova)
    Stefano

    • Avatar di luigi luigi says:

      Lo so’ caro Stefano che per ognuno di noi c’e’ un sogno e a volte anche la necessita’ che un progetto simile si realizzi, ognuno a suo modo cerca di colmare un vuoto che lo avvolge con una massiccia dose di ottimismo, anche se a volte poi ci scontriamo con realta’ ben diverse, lottare per ottenere cio’ che vogliamo e’ il minimo che possiamo fare se non vogliamo rassegnarci ad accettare una vita inutile, ma non facciamo l’errore di delegare ad altri i nostri sforzi, entrare in un gruppo che condivide le nostre idee ci rende piu’ consapevoli che non siamo soli a lottare, ma cercare di adattarci equivale ad illudersi, ognuno deve raccogliere in questo progetto cio’ che e’ piu’ simile alle sue necessita’, sapendo che in tutti noi vive la passione per una vita semplice, tutta natura e in armonia con un ambiente incontaminato dal profitto personale.
      Personalmente non ho il bisogno e la necessita’ di cambiare in tempi brevi il mio modo di vita, anche perche’ vivo gia’ gran parte del mio tempo in giro con un camper, ma vorrei poter collaborare a realizzare cio’ che per altri come te la vedono come la soluzione ad un disagio quotidiano, o chi cerca di concretizzare cio’ che a sempre pensato che restasse solo un suo sogno, mi piace credere che un domani questi villaggi sorti in ogni parte del mondo siano la risposta altenativa ad una societa’ basata sul consumismo e la cementificazione, ma creare un villaggio fatto di camper invece che di appartamenti con le stesse esigenze e caratteristiche di un piccolo paese o un condominio, non rientra nei miei sogni. Sara’ che concepisco la vita in camper come la liberta’ assoluta’ nella mobilita’ piu’ totale e che mi porta ad essere figlio di un intero mondo e non di uno stato o di un comune, sara’ che ho un carattere un po’ asociale e tento ad allontanarmi da tutto cio’ che non e’ trasparente e nasconde un secondo fine, sara’ che ho imparato ad affrontare e a risolvere i grandi problemi che la vita mi ha presentato guardandoli negli occhi, sara’, ma se posso essere utile e mettere a disposizione la mia pur umile esperienza, lo faccio molto volentieri.
      Ti faccio i miei migliori auguri perche’ tu possa risolvere il piu’ presto i tuoi disagi. Ciao

      • Avatar di Luciano Luciano says:

        Ciao Luigi, è un pò che non ti sento, vorrei dire la mia su alcuni tuoi passaggi, premetto che mi piace viaggiare come a tanti e che lo faccio con qualunque mezzo ho a disposizione indipendentemente dal camper, moto, barca, auto, in bici a piedi, è la mia sete di conoscenza è il bisogno di vedere cose nuove, di arricchirmi di nuove esperienze e …..
        Il progetto del Villaggio Camper dovrà essere un luogo dove consentire a chi come me desidera viverci tutto l’anno, molto semplicemente io amo di più stare sotto gli alberi che in quattro mura, mi piace guardare la natura nel suo vivere di tutti i giorni e quando posso resto anche a dormire sotto le stelle; non è una questione di romanticismo preferisco queste cose al traffico delle città, le preferisco alla televisione che anche guardo con piacere, ma saltuariamente.
        Penso di poter realizzare in una campagna tante cose utili, ho una discreta manualità e mi piace realizzare oggetti, fare riparazioni, mi piace organizzare tutti i cicli lavorativi, insomma mi sento molto più a mio agio in un tale contesto che al quarto piano di un edificio a sbrigare pratiche, tutto quì ! Ovviamente potrei continuare, ma credo che basti a rendere il concetto.
        Se poi penso di poter condividere tutto questo con altri allora è il massimo, mi piace la buona compagnia e immagino quante belle serate potremo trascorre tutti insieme, davanti ad un falò di notte, raccontandoci cose che forse non diremmo a nessuno, l’amicizia oggi è un termine che viene usato erroneamente per indicare un conoscente, ma vuole dire altro!
        Il CAMPER, questo meraviglioso strumento ci consente di poter vivere in mobilità e tra l’altro a bassissimo impatto ambientale, ma e solo uno strumento e nulla di più, ma uno strumento nato a fagiolo per tutti coloro che amano viaggiare in maniera itinerante da quì la definizione di camperista, ma la parola più giusta per definirci o definire i nostro spirito e “UOMINI LIBERI”.
        Alcuni di noi hanno sentito un disagio interiore nel ritornare dopo le vacanze, certo, forse a pochi piace tornare a lavorare, ma per alcuni il disagio diventava insoddisfazione della propria vita, si comincia a guardarsi dentro porsi domande come ” cosa ci stò a fare quì” e “questa la vita che voglio veramente?” e via dicendo, in fondo se vogliamo è anche giusto, difficilmente nella vita fai veramente quello che desideri quasi sempre si accettano situazioni accomodanti.
        Due più due fa quattro ed ecco l’idea di Villaggio Camper, ma proprio perchè formato da camperisti e non da inquilini di un residence ciascuno continuarà nella propria mobilità e perchè no partire anche in gruppi.
        Il Villaggio deve rappresentare essenzialmente un punto di riferimento un luogo dove tornare dopo un viaggio.
        L’organizzazione al suo interno non potrà mai essere paragonata ad un condominio di case residenziali, per la sua struttura per la sua fisiologia, poi le eventuali attività lavorative che potranno nascere al suo interno saranno una libera scelta per le persone che ne hanno il piacere per la propria operosità o se vuoi per la loro smania, ma questo non deve far pensare che così facendo si travisino i concetti basilari del Villaggio, assolutamente, ma è evidente che se siamo una comunità di tante persone diverse tra loro e ciascuna libera nel proprio ambito di essere propositiva, è quindi evidente che nella sua vivacità il Villaggio possa esprimere tante attività, novità e curiosità che sicuramente saranno un valore.
        Per la verità non riesco a pensare ad un Villaggio Camper, a cosa potrebbe essere se diversamente, ma forse è un mio limite.
        Il Villaggio Camper non è e, non può essere una risposta alternativa alla nostra società, ne possiamo pensare che tutti dovranno diventare camperisti e ne possiamo pensare di vivere sempre in movimento, ma possiamo essere una tribù un nucleo organizzato per soddisfare il nostro bisogno di vivere in un certo modo e insieme a tanti altri come gli Ecovillaggi, ..essere fonte di ispirazione per generare cambiamenti che speriamo avvengano nella nostra società.
        Noi non scappiamo da nessuno, ma ci ribelliamo perchè non siamo soddisfatti e non troviamo più in questo sistema la nostra giusta dimensione.
        Nessuno di noi vuole convincere altri anche perchè sarebbe presuntuoso che, questa è la giusta via,.. è soltanto la nostra via e ad ognuno deve essere lasciata la libertà di poter vivere come desidera e questa libertà deve essere rispettata.
        Io non so come comincerà la nostra avventura, certo che come in tutte le cose qualche compromesso dovremo accettarlo e forse potrà anche essere necessario qualche cambiamento al progetto, purtroppo o forse no, non siamo gli unici abitanti di questa terra e per accordarci con chi non la pensa come noi dovremo ingoiare qualche boccone amaro.
        Ogni nuova idea nasce in una prima versione con errori e difetti, poi l’esperienza e lo sviluppo consentiranno miglioramenti che ci condurranno verso forme più progredite.
        Caro Luigi, si capisce bene che sei un grande appassionato di camper e ami viaggiare e sei molto sensibile sul tema, ma come giustamente dici, qui non discutiamo di cambiare case di cemento con camper, MA STIAMO PARLANDO DI DIVERSO STILE DI VITA, di allontanarsi dal cemento, vivere in campagna, alimentarsi di cibo sano, sbalordirsi difronte ai miracoli della vita che avvengono tutti i giorni come la nascita di un cavallo,.., fare festa come si faceva una volta quando il maiale diventa la scorta di carne per tutto l’anno, vivere con i compagni del villaggio mangiando insieme, magari organizzare tavolate la Domenica, danzare all’aperto e fare feste sul prato, organizzare spettacoli teatrali, dare sfogo alla fantasia di tutti organizzando mercatino dell’usato, eventi, gareggiare sul dolce che verrà premiato, corsa al maialino, dedicarsi ad un allevamento, …, e poi ancora fare manutenzione ai nostri veicoli, aiutare chi ha delle necessità, progettare viaggi insieme, realizzare un grande comunità su internet scambiandoci esperienze e visite per i reciproci eventi, invitare club per le nostre convocazioni, Didattica Ambientale, corsi di Botanica, fare viaggi di gruppo magari in Bus, .., ma di cosa vogliamo parlare ancora, potrei continuare a lungo, il progetto non poteva essere così riduttivo!
        Forse non sarò io a portare a termine il progetto di Villaggio Camper, o come potrà chiamarsi in seguito poco importa, le mie risorse ancora da spendere non sono molte, ma oramai il seme è piantato e anche se farete da soli, coloro che subentreranno ben sapranno portare avanti questo ideale.
        Voglio ringraziarti Luigi perché mi hai dato l’opportunità di dire cose che volevo sapessero tutti, la tua sensibilità al tema non può permetterti di vivere questa esperienza quasi da osservatore, persone come te e lo si percepisce da come scrivi, hanno molto da dare però penso che una decisione tu debba prenderla perché se preferisci solo viaggiare allora forse non hai bisogno di un villaggio.
        Al mio grande amico Luigi,
        con affetto Luciano

        • Avatar di ida ida says:

          luciano permettimi di dire…. che bella persona che sei

          • Avatar di mauro mauro says:

            Secondo me bisogna considerare queste idee da diversi punti di vista.
            Se è vero che in alcuni casi le leggi si trasformano in complicazioni,è anche vero che in altri casi esistono delle leggi che favoriscono la semplicità.
            Guardiamola in questo modo, con:

            -terreno agricolo di proprietà o in affitto.
            -Pozzo o sifone di irrigazione
            -Corrente elettrica/generatori per lavorazioni agricole
            -Sistema di fitodepurazione ( costruito dagli utenti per gli utenti)
            -Vasche di compostaggio, anch’esse realizzate dagli utenti
            -Camper e caravan autosufficienti di proprietà degli utenti
            -Tettoie e ricoveri rustici per animali da cortile
            -Qualche wc mobile da cantiere, secondo necessità
            -1 container (anch’esso mobile) con funzione di magazzino

            ci sarebbe tutto ciò che serve per avviare il primo “villaggio”, poiché all’interno di una proprietà privata si può parcheggiare ciò che si vuole.
            Se i camper e le caravan saranno bollate e revisionate, nessuno potrà contestare il fatto che siano veicoli parcheggiati e non installazioni permanenti o porre dei dubbi.
            Gli ortaggi e i frutti della terra potranno essere consumati o rivenduti, poiché la legge prevede la libera vendita diretta dei prodotti agricoli tra produttori e consumatori.
            Gli utenti che vorranno svolgere per conto proprio una professione o un hobby, ed eventualmente metterli a disposizione della comunità saranno liberi di farlo.
            Chi vorrà avere il domicilio all’indirizzo del terreno, potrà, per legge, averlo con una semplice dichiarazione.
            Si potrà fare colletta per l’acquisto di navetta, sementi, materiali, ecc…
            Insomma, una piccola società di fatto che può esistere senza problemi avendone tutti i diritti, diritti previsti da leggi e regolamenti attualmente in vigore.
            Questo potrebbe essere l’inizio, il resto verrebbe da sé col tempo e con l’esempio dato, secondo me.
            Poi ci sarà chi si sposterà e fonderà su altre terre delle organizzazioni equivalenti; ci sarà chi vivrà sempre in viaggio e invece di fermarsi in un camping o in un area di sosta, preferirà sostare in un “villaggio” di suoi simili; ci sarà chi non potrà più viaggiare e diventerà parte integrante di una comunità; ci sarà chi farà un po’ di tutto a periodi alterni, come gli andrà più a genio…
            Per me potrebbe essere un bellissimo stile di vita che non impone nessuna battaglia o rifiuto nei confronti del modus vivendi tipicamente occidentale che a molti ormai sta stretto(produrre-guadagnare-consumare) ma che ad altri va a genio(buon per loro), si tratterebbe semplicemente di avere la libertà di scegliere come vivere la propria vita senza stare a fare la morale a nessuno.
            Mauro

  12. Avatar di Luciano Luciano says:

    Io penso che crescendo di numero più facilmente potranno crearsi gruppi che condividono uno stesso luogo, l’obiettivo infatti non è vivere tutti nello stesso posto, ma riuscire ad avere ciascuno il proprio Villaggio che sia funzionale rispetto alle proprie necessità.
    Credo sia importante che decolli almeno uno, il primo sulla cui esperienza potranno rifarsi gli altri, in fondo un villaggio può nascere anche con pochi membri, quindi chi intercetta un luogo adatto allo scopo e verificata la possibilità di poter avere dall’Amministrazione locale la necessaria autorizzazione, lo propone e chi intende confermare la propria adesione seguirà questo gruppo.
    E’ comprensibile che la distanza possa essere un problema, ma credo che con questo ragionamento la cosa si possa risolvere.
    Più Villaggi sono sicuramente una risorsa in più, potrà permetterci di appoggiarci ad un’altro villaggio per vacanze, scambiare la piazzola e quant’altro.
    Quindi io predisporrò il sito, appena verranno indicati luoghi concreti ossia verificati al Comune, in maniera tale da visualizzare l’elenco dei membri che aderiranno ai rispettivi luoghi.
    Dobbiamo però dibattere sulla questione delle titolarità, io credo che ogni Villaggio debba costituirsi in una Associazione indipendente, magari tutti i Villaggi potranno confluire sul nostro sito che fungerà da legante e come Bacheca comune.
    Visto che stiamo affinando meglio i concetti e stiamo prendendo le misure perché tutti trovino la propria soddisfazione vi prego di continuare il dibattito sull’argomento introdotto, grazie.

  13. Avatar di Luciano Luciano says:

    Dopo la segnalazione di Mirco e Daniela circa la possibilità di più terreni disponibili e addirittura acquistabili con poco nella zona del Salento, ho chiesto loro di indicarmi i Comuni relativi per domandare sulla possibilità di autorizzazioni, i Comuni interessati sono: Comune di Nardò, Porto Cesareo, Leverano, Copertino, Veglie provincia di Lecce.
    Senza nulla trascurare, mi sono attivato e spero di avere risposta forse anche domani, poi vi farò sapere.
    Durante la mia permanenza qui in Sicilia dove alcuni di voi sanno che vengo frequentemente ho conosciuto un giovane Avv. che disporrebbe di circa un ettaro di terreno che forse poterebbe destinarci.
    Una osservazione: ben comprendo le distanze e le tipologie dei luoghi, ma non vorrei limitarmi, prima per valutare quale proposta possa veramente concretizzarsi e poi perché da qualche parte bisognerà pure cominciare e non e detto che in futuro le cose non cambino, ipotizzando una successiva ricerca, se già avviati e costituiti nulla di più facile che potremmo decidere per una seconda sede o per un trasferimento in toto.
    Commentate cortesemente quest’ultimo punto, grazie.
    presto per gli aggiornamenti.
    Saluti a tutti!

  14. Avatar di Luciano Luciano says:

    Il cerchio intorno al terreno si restringe sempre di più, alto Lazio, Puglia e Sicilia, sono le aree di approfondimento.
    Come già detto le stiamo valutando tutte, mi auguro di avere qualche buona notizia a breve.
    Io tengo molto a cuore questo progetto e sto facendo anche rinunce per poterlo realizzare, vi informerò su tutto, mi auguro di avere la vostra attenzione!

  15. Il dibattito per la costruzione del primo villaggio camper è diventato veramente interessante e molto positivo ,la partecipazione, l’interesse particolare e la curiosità ci fà crescere non solo di numero, il confronto e la discussione sottolinea le difficoltà che sicuramente incontreremo ma anche la forza per affrontarli.(come si sà l’unione fà la forza)Lo strumento associativo, la nostra associazione và costituita prima possibile , dopo una prima fase di discussione e di vita virtuale sù l’idea di villaggi camper e necessario passare all’atto costitutivo di questi e della nostra associazione per assumersi responsabilità dirette, ognuno in relazione alla propria disponibilità di tempo e in relazione ai prorpri progetti individuali, certamente l’aggregazione si costituerà per gruppi omogenei e non solo, legata a interessi comuni : il lavoro, la località ecc, ma inizialmente ritengo, anche, per eventuali iniziative diversificate dal gruppo fondante, comungue, anche se lo scopo è di realizzare villaggi camper, l’associazione debba essere la stessa per tutti. La costituzione di una associazione comporta impegno e responsabilità anche se non profit, necessita di un legale rappresentante ? Di un presidende ? Di un Consiglio direttivo e di tutti gli organi previsti di legge? Naturalmente di una assemblea elettiva costuita da tutti gli iscritti. Per la costituzione e necessario andare da un Notaio? I costi e tutte le problematiche burocratiche cosa comporteranno ? Affrontare e alimentare il dibattito anche sù queste problematiche è necessario. Un abbraccio a tutti Marco Francesco

  16. Avatar di Luciano Luciano says:

    Carissimi amici,
    in questi giorni sono stato un pò in giro a visitare alcuni luoghi e a toccare con mano la realtà delle difficoltà che dovremo affrontare ed in molti casi non potranno essere superate.
    La situazione dovrà essere affrontata in modo razionale, stando con i piedi per terra e molti dei nostri desideri forse difficilmente potranno essere appagati.
    Il nostro territorio non è tutto disponibile, la società che è stata costruita ci limita la libertà di fare e questo vale per tutti, per chi vuole fare impresa, per chi ha iniziativa ed anche per chi in qualche modo vorrebbe seppure in parte liberarsene.
    Ho visto aree bellissime, ma bloccate dai piani regolatori e da tanti altri limiti che letteralmente ti sfibrano, quindi dovremo adattarci all’idea di lanciarci l’addove troveremo oppure questa cosa dovrà nascere sotto mentite spoglie, campeggio o area di sosta…
    Ho seguito l’idea dell’Emilia, ho seguito la Toscana e l’alto Lazio ci sono stato proprio ieri, sono tornato stanco e sempre più deluso da questo sistema che oramai sembra essere lì quasi ed esclusivamente per danneggiarci, prontissimo a dirti quello che non puoi fare, ben addestrato a cacciarti via, ma totalmente impreparato ad accoglierti, a darti risposte qualificate.
    Le aree del nord e centro-nord quasi tutte lottizzate, difficilmente potranno accoglierci, per alcuni siamo solo un problema, certo ci potranno essere delle eccezioni, ma la ricerca in queste aree diventerà affannosa e la riuscita meno probabile.
    Il centro preferito come punto mediano per gran parte di noi poteva essere l’ideale, ma stando così le cose la mia ricerca, a meno di segnalazioni, si sposterà sul centro-sud, sud, ( in Italia forse non si può fare più nulla).
    Ho anche fatto esperienza sul termine, pronunciare la parola villaggio complica di moltissimo la faccenda, si incasinano i cervelli, meglio parlare di Club, di Associazione.
    Altra difficoltà trovata e la lunghezza dei tempi del contratto di fitto, parlando di 15-20 anni son troppi, troppo impegnativo per il proprietario .
    Bene questa mia piccola relazione, certamente un po deludente non deve comunque svilirci perchè è anche vero che strada facendo in molti ci hanno fatto i complimenti e vedono nella nostra organizzazione un grosso potenziale per varie iniziative.
    A presto!

  17. Avatar di mauro mauro says:

    Bhe, Luciano, non so cosa tu ti aspettassi, ma la cosa non mi sorprende per niente, anzi mi pare tutto nella norma.
    Riporto qui uno stralcio della conversazione che abbiamo avuto qualche tempo fa in merito a tutto ciò, convinto che queste mie considerazioni possano far riflette sullo stato delle cose e funzionare come un invito per tutti a non perdersi d’animo:
    -Occupandomi, ormai da cinque anni,a livello tecnico, progettuale e gestionale di insediamenti, unità abitative, sistemi a basso impatto ambientale ed economico, per me è sempre un piacere poter dare un contributo a chi, come me, crede che questa sia la chiave per una esistenza eticamente corretta del genere umano.
    Purtroppo, spesso e volentieri, complici la burocrazia che uccide gli entusiasmi iniziali e l’idea errata che si tratti di interventi a basso indice di investimento iniziale, molti di questi progetti rimangono sulla carta, anzi, molte volte neanche ci arrivano sulla carta e sono condannati a rimanere in qualche archivio sottoforma di files dwg e excel.
    Quindi il mio consiglio è di fare le cose per bene per non dover rinunciare dopo qualche tempo, ovvero: definire bene l’idea iniziale tra pochi fondatori (perchè con troppe teste e idee diverse non si concretizza nulla sul piano pratico), poi cercare adesioni di persone accondiscendenti.
    Definire bene l’idea, significa stendere un master planing; sdf;progetto e computi; analisi e stima economica di costi, gestione e ammortamento… in modo da dare la possibilità ai potenziali soci di valutare il tutto.
    Prepara un PRINT valido da riadattare a piacere sul territorio nazionale e sulle occasioni fondiarie che valuterai, in modo da poter proporre alle amministrazioni delle proposte valide in qualità di impresa consortile privata.
    Senza questi accorgimenti, non potrai godere di credibilità da parte degli organi governativi, e la tua ottima idea rimarrà tale senza poter essere concretizzata.

    • Avatar di Lisa Lisa says:

      Molto sensato quello che ha scritto Mauro, credo di aver capito che e’ questa la strada giusta da interprendere; prima preparare un progetto/business plan-simil da presentare a delle autorita’ da contattare per trovare poi il luogo idoneo. Poi sono altamente d’accordo su:
      “definire bene l’idea iniziale tra pochi fondatori (perchè con troppe teste e idee diverse non si concretizza nulla sul piano pratico), poi cercare adesioni di persone accondiscendenti.”(n.d.Mauro)
      Ciao
      Lisa

  18. Avatar di Luciano Luciano says:

    Caro Mauro, è solo da un pò che cominciamo a parlare in maniera più concreta del come potrebbe avviarsi il Villaggio, anch’io ho ipotizzato il modello da te appena descritto, siamo in perfetta sintonia e a conferma di avere le idee abbastanza chiare se non hai letto i miei post ti informo che sono continuamente alla ricerca del terreno e chissà che quanto meno c’è l’aspettiamo verrà fuori. Ho infatti fatto sondaggi per testare quanti effettivamente fossero i membri pronti da subito, indipendentemente da necessità e quant’altro, pronti subito ad accettare di far parte del gruppo che dovrà sottoscrivere il contratto di fitto o d’acquisto.
    In altre parole quanti per ipotesi domattina si recano con me su un posto resosi possibile.
    Questo è molto importante, perchè le possibilità sono tante e vanno molto oltre da quelle appena citate, ma purtroppo dopo vari tentativi forse anche colpa del periodo estivo non ho avuto molti riscontri, vorrà dire che si partirà in pochi, scegliendo quello che potremo permetterci.
    In ogni caso io ben informerò tutti dei luoghi intercettati che non sono molti, per le difficoltà già descritte.
    Io sono disposto ad accettare qualunque luogo purchè piacevole e le possibilità si sono ridotte a zone dell’Italia centro-sud e sud, altrove impossibili, ho fatto diversi viaggi e ho dovuto constatare che su, gran parte del territorio è già lottizzato e chiuso, ma al sud le cose sono diverse ed in alcuni luoghi è possibile comprare anche con 10.000 euro 1 ettaro, in fondo non è detto che in seguito non possano nascere altri Villaggi, se saremo in tanti questo è possibilissimo e potremmo organizzare una rete in perfetta sintonia.
    Oramai mi sto dedicando quasi esclusivamente a questo progetto, anche perchè il lavoro scarseggia sempre più come pure i miei fondi, andrò avanti finchè potrò, ma non posso a lungo.
    Come sempre chiudo con la speranza di poter dare presto buone notizie.
    Ciao
    Luciano

  19. Avatar di mauro mauro says:

    Ti capisco Luciano, non sai quanto ti capisco..
    Io purtroppo non ho rilevanti disponibilità economiche, sono solo un giovane ingegnere di trent’anni che si sta scontrando con una realtà lavorativa e sociale a dir poco infelice.
    Non per il fatto che con la crisi ormai non si costruisce più, anzi di questo sono contento per tutta una serie di motivi ma, la cosa triste è che quel poco che si realizza lo si realizza sempre con l’ottica del profitto immediato per pochi, senza badare alla qualità e agli impatti provocati.
    Spesso mi sento come un moderno Don Chisciotte della Mancia (nel mio caso della Sardegna), ma questo è quanto e se potrò rendermi utile col mio contributo professionale di consulente tecnico, lo farò con piacere per dare il via alla realizzazione del villaggio.
    Teniamo duro.
    M.

    • Avatar di Luciano Luciano says:

      Caro Mauro, ho 3 figli laureata e laureandi e ben conosco questa triste realtà e per chi come me ha un pò di anni lo scadimento totale è avvenuto negli ultimi 20-25 anni, non che prima le cose andassero bene, ma adesso è veramente un disastro ed è diffuso anche a livelli inferiori rispetto al parlamento e la pulizia da fare è GIGANTESCA!
      Non demordiamo e effettivamente dobbiamo darci da fare, come ti accennavo ho molte idee su Villaggio Camper che devono andare oltre quelle del solo vivere, fermo restando la pace di chi la desidera e giustamente dovrà godersela, noi altri purtroppo dovremo ancora occuparci di lavoro, generarlo perchè ne abbiamo bisogno.
      In altre newsletter, tu sei giunto dopo non le avrai lette, dicevo appunto che chi ha energie lavorative da indicarmi si facesse avanti, sul sito potremo organizzare tutto quanto e come potrai vedere la cosa fu già avviata a suo tempo in: “attività del villaggio” .
      Ora bada bene il concetto è che i membri possano creare produzioni, lavori in genere e vendere in loco o attraverso il sito tutto quanto, immagina ad un pittore membro del Villaggio che prodotti i suoi quadri intenda poi venderli, avremo quindi una sezione a lui dedicata e così via per tutti.
      Io stò già lavorando e non da solo perché devo necessariamente avvalermi di collaborazione ( non gratuita ovviamente ) essendo lungo e complesso il mio lavoro, su una serie di piccoli progetti nell’ambito delle attività del villaggio:
      - Servizio informazioni turistiche
      - Call center
      - Mercatino Vendo-Compro
      - lo Shop del Villaggio
      ecc..
      Dunque, tu come nostro progettista perchè spero ci aiuterai anche in futuro, così come hai già ben contribuito nell’impostare un primo quadro di progetto, nell’ambito delle “Attività del villaggio” pubblicizza i tuoi progetti, le tue idee e vedi che sei in perfetta sintonia con tutti noi che vorremmo un passo diverso della nostra società.
      Immagina un progettista di centrali nucleari sarebbe cacciato immediatamente dal Villaggio, hahaha!
      Quindi almeno dal punto di vista della pubblicità qualcosa te ne viene e poi se hai idee da propormi oggi o domani di qualunque genere sarò sempre a tua disposizione, quindi come già ti dissi preparami delle pagine e inviami foto ed io ti organizzo una sezione a te dedicata, ovviamente gratuitamente.
      Ti aspetto
      Ciao
      Luciano

  20. Avatar di Luciano Luciano says:

    Questo è un commento di Chiara che c’è lo ha scritto Facebook ed io ve lo riporto pari pari:
    Cosa nè dite di comprare un tereno in Croazia ??? chi fosse interessato che mi contatti….ci parliamo di piu…Grazie….

    Lei dice che questo è un buon momento per acquistare, si sta informando sui dettagli e ci farà sapere.
    Questo è il suo contatto: http://www.villaggiocamper.it/camperisti/chiara/

  21. Avatar di mauro mauro says:

    Mi lascia un pò perplesso il fattore latitudine… In Croazia gli inverni si fanno sentire e bisogna tenere conto dei limiti tecnici che imporrebbe il fatto di non abitare in case tradizionali.
    Luciano, quanto al discorso precedente, ti ringrazio per la disponibilità. Se mi dai un recapito e-mail ti invio una bozza del materiale che sto preparando.
    A presto.
    M.

  22. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao a tutti,
    in questi ultimi giorni, sempre conseguenza del mio lavoro di ricerca ho avuto contatti con alcuni Ecovillaggi d’Italia e spero si facciano sentire anche sul nostro Blog.
    Mercoledì 11/luglio mi recherò in Calabria località Diamante per un incontro, una visita esplorativa, con i responsabili di Villaggio Saragote associazione di volontariato dai quali potrò trarre anche qualche esperienza e con cui abbiamo trovato parecchi punti di intesa.
    Un giro di alcuni giorni che penso valga la pena di fare.
    Ben conoscete il mio sforzo per il raggiungimento dell’obiettivo.
    Vi informerò!

  23. Avatar di Luciano Luciano says:

    Purtroppo la strada con una impennata in salita rende estremamente rischioso raggiungere il luogo.
    Ma questa esperienza è stata comunque positiva, ho visto la casa in terra e paglia fatta dal loro laboratorio sperimentale e poi apprendi che è anche possibile avere terreni in comodato d’uso ( gratuito ), il cui proprietario e divenuto membro dell’associazione.
    Villaggio Saragote ha la mia amicizia e stima anche per l’impegno profuso sul tema dei disabili.
    Per il momento, a tutti i suoi membri un gran in bocca la lupo!

  24. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ho nuovi contatti nella zona di Colfiorito comune di Foligno e nella provincia di Perugia.
    Aspetto notizie per valutare l’eventualità di un sopralluogo, come al solito vi terrò informati.
    Ciao

  25. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ricerche difficili e problemi a iosa!
    La ricerca del terreno è effettivamente non facile, molti al telefono confermano le mie domande non dicendo il vero sperando che poi da vicino si possano superare le eventuali difficoltà, ma è stupido!
    Se la strada è piccola o il comune non autorizza c’è poco da fare, mi fanno fare km inutilmente facendomi anche spendere soldi, …. a voi i commenti.
    Una disponibilità concreta da parte di un proprietario c’è stata in provincia di Foggia e intende anche approfondire in comune, ma il terreno arato per uso agricolo è una tabula rasa e per renderlo ospitale c’è ne vuole sia in soldi che in tempo, quì potrete visualizzare le foto che ho fatto durante il mio sopralluogo, http://www.villaggiocamper.it/foto. Se qualcuno vuole esprimere la sua opinione scriva pure.
    A presto Luciano

  26. Avatar di Franca Franca says:

    Ciao Luciano,
    mi dispiace che non sia emerso nulla da queste ultime ricerche.
    Per costruire il Villaggio ci vuole il posto adatto e quello che vedo dalla foto, oltre che molti soldi richiederebbe una marea di tempo per diventare tale.
    Comunque si dovrebbe poterne venire fuori con minor sforzo.
    Non so, ma, anni fa, quando giravo e lavoravo in agriturismi in Emilia e in Toscana, di terreni’ ce n’ erano , anche se e’ vero che poi bisogna tener conto di autorizzazioni, ecc,. ma quello in Italia e’ un problema dappertutto.
    La cosa principale ora e’ che tu non continui a girare su e giu’ inutilmente.
    E forse cambiare qualcosa nel metodo di ricerca.
    Lo so che tutti promettono a parole…farsi almeno mandare un minimo di foto e documentazioni,
    prima di muoversi credo sara’ necessario.
    Prossimi giorni, dopo il trasloco vedo di farmi venire qualche idea anch’ io.
    E’ che ormai si slittera’ verso
    la primavera credo, tra una cosa e un altra…
    Proseguo con il mio trasloco, ora…Non ti demoralizzare, eh, alla fine ci sara’ tutto, vedrai.
    Ciao!

    • Avatar di Luciano Luciano says:

      Si concordo!
      Mi ha fregato il fatto che la superficie di proprietà arrivava a 40 ettari dove si sarebbe potuto scegliere un pezzo, come fai a fotografare 40 ettari e poi su tale superficie pensavo che un pezzetto idoneo si sarebbe trovato, oltre alle assicurazioni del proprietario.
      Anch’io sono giunto alla tua stessa conclusione.
      Poi anche la disponibilità di Agosto mi ha permesso di poter girare, ma ora devo necessariamente fermarmi un pò per ricaricare le batterie economiche….
      Buon trasloco, a presto!
      Luciano

  27. Avatar di luigi luigi says:

    Ciao Luciano, e’ un po’ che non mi faccio sentire ma seguo sempre con molta attenzione il proseguo del tuo progetto, ti ammiro per la tenacia e la volonta’ che metti per vedere realizzato tutto cio’ e capisco le grandi difficolta’ che incontri nel trovarti sempre le porte chiuse da parte delle amministrazioni locali.
    Davanti a tali difficolta’ penso che non sia facile trovare disponibilita’ alcuna, e allora provo a lanciarti un’idea un po’ azzardata, perche’ non provare a chiedere in uso un terreno confiscato alla mafia? So’ di altre associazioni che hanno avuto questo tipo di utilizzo.

  28. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao Luigi, è una gran piacere risentirti!
    Vedi in questi ultimi tempi ho girato tanto e conosciuto molte persone e organizzazioni e credimi sono molto contento per tutto ciò, tutti questi contatti mi hanno arricchito ulteriormente e forse anche migliorato come persona.
    Questo per me non rappresenta solo realizzare un progetto, ma è molto di più, quì stiamo toccando la carne viva, la vita della gente, le loro passioni, i desideri, le delusioni ed anche l’amarezza, c’è una tale miscela di sentimenti che non puoi restare indifferente, sai c’è un sentimento che spicca insieme ad altri altrettanto importanti è la “socializzazione”, c’è tanta gente che è sola o si sente sola, questa idea dello stare insieme aiutarsi e condividere è un sentimento che ravviva gli animi.
    Questo progetto per me significa fare qualcosa di importante nella vita, per la verità tanto ho realizzato in passato, ma vorrei chiudere in bellezza, forse è il momento di non pensare più al benessere esteriore piuttosto soddisfare i propri sentimenti il proprio spirito facendo qualcosa di buono.
    In sostanza il progetto del Villaggio ha superato se stesso io HO AVUTO IL PRIVILEGIO DI CONOSCERVI, ci sono tanti fra voi che mi hanno scritto e telefonato insieme agli amici degli Ecovillaggi, ho ascoltato racconti e storie di vita, ho capito che c’è molto da fare.
    Io non so se riuscirò, ma ci stò provando certo bisognerà anche mediare forse modificare qualcosa, faremo quello che è possibile.
    Ti ringrazio per il suggerimento, io ho lasciato ai Comuni carta bianca, perchè ho scritto a qualche Sindaco, ovviamente non mi aspetto nulla, ma non si può mai sapere, ho messo però già molta carne al fuoco ed il cerchio si sta stringendo sempre di più, ora mi stanno invitando questo è già qualcosa, vedrai forse anche da un momento all’altro..
    Una disponibilità l’ho già avuta, il proprietario molto interessato alla cosa, ma il terreno era tabula rasa avrai letto nel mio precedente post, c’è il link alle immagini, quindi come vedi siamo a buon punto, certo rapportandoci col privato qualcosa cambierà, ma la gestiremo ugualmente.
    Domenica scenderò nuovamente per il Cilento, sarò accompagnato e faremo un sopralluogo su 20.000 mq di terreno, vedremo.
    A PROPOSITO, hai letto che ho predisposto i Gruppi per poter lanciare nuove proposte di Villaggio, così chi lo vorrà potrà proporne di altri in altre città d’Italia, anche dietro i tuoi suggerimenti, ricordi?
    Come al solito ti ringrazio per avermi dato l’occasione di esprimermi su questi temi e scusami se ne ho approfittato un pò.
    Mi raccomando non sparire!
    A presto
    Luciano

  29. Avatar di luigi luigi says:

    Stai tranquillo, non spariro’ mai, perche’ questo e’ il mio mondo da quando sono nato e tu come tanti altri ne fai parte, nelle vostre parole sento le stesse emozioni che provo in prima persona quando accarezzo il meraviglioso mondo del plein-air e mi sento parte integrante di questa grande famiglia.
    Magari lo vivo un po’ nell’ombra, ma come ti avevo detto sono un lupo solitario, pero’ questo grande progetto che hai tirato fuori dal cilindro mi ha entusiasmato sin dall’inizio, anche se ho visto una partenza un po’ confusa, tante idee ma non sempre realizzabili, invece adesso il tutto si sta’ concretizzando in qualcosa di veramente solido che qualsiasi strada prenda e’ destinato a crescere a dismisura.
    Certo tu hai una forza trainante in tutto questo che e’ da elogiare, sei sempre disponibile e hai talento da vendere, comunque rassicurati, anche se la mia presenza passa inosservata io saro’ sempre qua’ a sostenerti.
    Un abbraccio

  30. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao Luigi,
    volevo risponderti prima, ma ho avuto qualche impegno che non me lo ha permesso.
    Come al solito è un piacere leggerti.
    Entro immediatamente nel merito perchè questa mattina devo uscire, l’appuntamento per il Cilento è stato spostato penso che questa persona sia un po chiacchierona, se ne incontrano tanti, vedremo, tra un paio d’ore telefonerò il Sindaco di un Comune, insomma è oramai diventata un piccola attività giornaliera, ma la faccio con leggerezza e mi sono corazzato contro le delusioni, deve andare così!
    Vorrei vitalizzare le attività del Villaggio sul sito, ma occorre tanto tempo e vado a rilento, hai letto della storia dei Gruppi, nei gruppi si possono creare altre piccole Comunità che si possono personalizzare, forse potremo cominciare a proporre luoghi diversi contemporaneamente, ma è una faticaccia, spero di farcela.
    A presto
    Ciao

  31. Avatar di claudio claudio says:

    ciao a tutti,
    seguo il sito e gli sviluppi, intervengo perché il sito in provincia di Foggia (con le foto al link) mi pare che abbia tutte le caratteristiche che si possano avere: è un pianoro vuoto; quanto di meglio si può sperare per progettare qualsiasi cosa, non ci sono vincoli dettati da piante, corsi d’acqua, pendenze, terrazzamenti; un foglio bianco su cui scrivere e resta solo il problema di farlo con una bella calligrafia ! Mi pare ideale come location. Eventualmente sono da verificare altri parametri che sono quelli relativi alla distanza dai paesi, dalle infrastrutture, dal mare, dalle vie di collegamento …. disponibilità dell’ Amministrazione e di tutti gli enti che devono deliberare autorizzazioni. Se riesci metti le coordinate di Google Earth in modo che si possa in qualche modo “capire” la zona sotto questi aspetti.
    un saluto a tutti

  32. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao Claudio, paradossalmente in questi luoghi che menzioni avevamo trovato molte caratteristiche positive, ma come giustamente dici infrastrutture, distanze dai paesi ecc, purtroppo non idoneo, io però aggiungo che se è vero che un terreno vuoto ci consenta di realizzare meglio un progetto è anche vero però che per raggiungere il confort di una bella area occorrerebbero molti anni e l’investimento sarebbe decisamente molto più alto, l’ombra degli alberi, il vento tra le foglie, gli uccelli . . insomma quell’atmosfera che ti consente di sentirti bene, un luogo sereno dove vivere mancava tutto, l’agricoltura intensiva rovina la terra, la distruzione dell’abitat naturale alberi e vegetazione, la fauna ecc.. sono tutti aspetti determinanti per il nostro ecosistema.
    Poi visitando subito dopo altri luoghi ho visto aree molto belle quasi pronte dal punto vista ambientale, una addirittura un parco con area picnic, alberi ecc, tutto abbandonato, quindi dovremo avere un pò di pazienza ancora e forse troveremo il luogo giusto.
    Compromessi saranno necessari, visto che la cosa non è affatto facile, a qualcosa sicuramente dovremo rinunciare, ma meglio scegliere a parer mio una situazione più semplice da realizzare e che ci consenta di partire subito sei d’accordo?
    A giorni spero di avere altre notizie e come al solito vi informerò.
    Piacere di averti sentito, a presto
    Luciano

  33. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao A tutti!
    Abbiamo perso una buona opportunità, ci avevo fatto un pensierino, ma il Sindaco non ci ha potuto accontentare, parlo del Comune di Mugnano del Cardinale, un parco abbandonato, ma continueremo imperterriti.

    A presto
    Luciano

  34. Avatar di fabio says:

    Ciao Luciano,
    in questo momento da parte mia non ci sono novità. Come avevo scritto
    alcuni giorni fa, aspetto di sapere dal “Villaggio camper” se il sito
    possa essere di gradimento. Quindi, avendo il proprietario espresso la
    volontà di vendere tutto o parte del terreno, bisogna definire una o
    più proposte da avanzare e discutere con il titolare del terreno.
    Penso che ci sia comunque tempo per ragionarci e decidere in quanto
    deve essere fatta dal Comune una variante di destinazione urbanistica
    e nell’attuale momento “storico” le compravendite solo pressoché
    ferme.
    E’ comunque utile iniziare quanto prima a confrontarsi sui vari
    aspetti che definiranno la proposta da avanzare, magari anche prima
    della formazione ufficiale dell’associazione.
    Ciao
    fabio

  35. Luciano, San Salvo marina sarebbe il non pusultra per la costruzione del primo “Villaggio Camper” nonostante ci sia da attravesare la ferrovia per arrivare alla spaggia non troppo profonda, essendo il mare adriatico il mare è bello e pulito. Il terreno a vicino ad un fiume, è coltivato o alberato se ti è possibile puoi pubblicare la mappa sul blog o in bacheca . Un abbraccio Marco Francesco

  36. Dimenticavo, come ha detto Fabio è importante che tutti gli amici del blog debbano iniziare ad esprimere il proprio pensiero relativamente a San salvo Marina, tra l’altro ci sono aree di sosta Comunali, senzaltro ce ne sono a Fossa Cesia che è abbastanza vicino. Di nuovo un abbracio e forza facciamoci sentire anche relativamente la costruzione dell’ associazione che presto costruiremo. Luciano a proposto un percosro e la necessità di dibatterlo, su lo satatuto che ne pensiamo, io dico che va bene , ma dovremo pensare ache ad un regolamento. A presto Marco Francesco

  37. Avatar di renato renato says:

    Ciao a tutti, come ho detto in un primo commento positivo su San Salvo, proposto da Marco Francesco, la zone è bellissima e tranquilla. Posso dirlo con certezza dato che sono nato a Fossacesia, vicinissimo a San Salvo ed è stata meta preferita per le mie vacanze.
    Sarebbe interessante avere andare a vedere su “maps” le immagini della zona, avendo qualche riferimento del posto (indirizzo o attività commerciale).

  38. Avatar di Luciano Luciano says:

    Ciao Marco, sono contento della tua partecipazione, grazie!!
    Scusami se non sono intervenuto subito, ma sai che anch’io ho qualche problema.
    BENE! intervengo subito, scriverò sia in Bacheca, ma non solo apriremo una sezione dove più facilmente saranno reperibili questi link delle segnalazioni. C’è ne un’altra molto interessante così le uniremo tutte.
    QUEST’ANNO DOVREMO FARCELA!!
    Ti abbraccio
    Luciano

  39. Avatar di nicola nicola says:

    Un saluto a tutti ,sono favorevole per san salvo e dintorni sono zone bellissime e tranquille ,anche l’inverno non è tanto freddo .

  40. Avatar di nicola nicola says:

    ciao a tutte/i, dopo un anno di scambio idee, dopo un’altro anno di silenzio il progetto che fine ha fatto?

    • Avatar di Luciano Luciano says:

      Ciao Nicola, siamo ancora attivi!
      In questo periodo qualcosa è stato fatto, molti hanno trovato delle sistemazioni più o meno soddisfacenti, ma io no.
      Ammetto di essere molto esigente, cerco la natura quella bella perché in fondo al mio animo sento anche il bisogno di appartarmi un po’ e meditare e niente di meglio di un bel posto del mondo, per il quale sarei disposto a qualunque sacrificio.
      Il Blog ha rallentato, posso capire quanti non vedendo fare passi avanti hanno rinunciato a restare attivi, ma la cosa oramai si è diffusa e ti informo che molte aree analoghe ci sono già.
      Io cerco un bel posto, spero di trovarlo.
      Abbiamo realizzato un sito e.commerce per la vendita dei ricambi camper ed è appena nato il sito di Annunci che promuoverà anche lo scambio piazzola.
      Non posso fermarmi, per me è un processo irreversibile, prima o poi approderò anch’io.
      A presto sentirti.
      Luciano

  41. Esiste un campeggio abbandonato da anni in una posizione strategica spiaggia a 100 mt splendida baia di Bosa Marina (Or) località Turas.
    Proprietario Comune di Bosa, il precedente gestore è deceduto da anni e nessuno si è proposto.
    Bosa Marina si trova ad un chilometro si può arrivarci con una passeggiata lungomare.
    Perfettamente ombreggiato con piazzole ampie, necessita di giardinaggio, messa a norma di impianto elettrico (esistente) sistemazione impianto idrico e servizi (palazzine esistenti ma in parziale degrado), reception è minimarket da restaurare (anni di abbandono)
    Si accede comodamente da strada provinciale e un centinaio di mt strada sterrata in perfette condizioni molto ampia. Nelle vicinanze bar sulla spiaggia, pizzeria e discoteca.
    È ancora segnalato come Camping Turas ancora aperto, ma è chiuso da tempo

Lascia un Commento